Il Festival Vicenza in Lirica presenta un capolavoro della musica contemporanea “Sinfonia n°1 – Ringparabel”
Il Festival Vicenza in Lirica presenta un capolavoro della musica contemporanea “Sinfonia n°1 – Ringparabel”

Il Festival Vicenza in Lirica presenta un capolavoro della musica contemporanea “Sinfonia n°1 – Ringparabel”

Venerdì 4 settembre alle ore 21 a Palazzo Chiericati si terrà il secondo appuntamenti dal titolo “Parole e Musica”.

“La musica in tutte le sue espressioni è per me un linguaggio universale e l’essere umano, con i suoi sentimenti, la sua fede, le sue speranze è il centro di questo universo “così l’artista (ma il termine è riduttivo perché non c’è campo musicale che non l’ha vista protagonista) Gloria Bruni si presenta come compositrice. Una forma musicale che parte dal mondo ed a quello parla sembra intessere le sue opere che spaziano dal sacro (“Requiem a Roma”, 2000) al musical (“The Thorn Birds” 2009), l’opera (“Pinocchio” 2008 ed il “Panettone magico” 2018) per giungere al sinfonico (“Sinfonia n. 1 – Ringparabel”, 2012). Attualmente Gloria Bruni sta lavorando all’opera “La Creazione”.

La parola in dialogo costante con la musica è inoltre sua fonte costante ed inesauribile di ispirazione. Di questo è di molto altro ci parlerà la compositrice durante la presentazione del suo nuovo cd “Sinfonia n. 1 – Ringparabel” edito da Rondeau Production ispirato anche da testi tratti dal “Decamerone” di Giovanni Boccaccio, venerdì 4 settembre alle ore 21.00 presso Palazzo Chiericati nell’ambito della rassegna Parole e musica del Festival Vicenza in Lirica. L’evento, presentato da Andrea Castello, vedrà inoltre la partecipazione dell’attrice Stefania Carlesso che arricchirà la serata con alcune letture tratte proprio dalla novella del Bocaccio.

La musica senza confini della compositrice mette in evidenza il capolavoro di Boccaccio ed il valore della tolleranza, promossa da Lessing, in un CD impreziosito dal concept grafico del celebre designer Peter Schmidt In un momento estremamente emozionale per il pianeta, in cui la musica e la cultura amplificano ogni sentimento, l’etichetta tedesca Rondeau pubblica una significativa opera della compositrice Gloria Bruni, il CD della Sinfonia n. 1 “Ringparabel”, registrata a Minsk nel 2015 con l’Orchestra Sinfonica della Radio di Bielorussia. La prima mondiale della Sinfonia è stata eseguita alla Laeiszhalle di Amburgo, nel settembre 2012.

L’ispirazione per questa composizione è stata la parabola dell’anello, tema centrale dell’autore tedesco Gotthold Ephraim Lessing nel ruolo di Nathan il Saggio, che richiama a sua volta il più che mai attuale Decameron di Giovanni Boccaccio, considerata una delle opere più importanti della letteratura del Trecento europeo. Il capolavoro di Boccaccio narra di un gruppo di giovani, che per dieci giorni si trattengono fuori da Firenze per sfuggire alla peste nera, che in quel periodo imperversava nella città.

I tre anelli della parabola simboleggiano le tre religioni principali: Cristianesimo, Giudaismo e Islam: tutte e tre sono poste sullo stesso livello, evitando così di assumere il predominio sulle altre. L’atteggiamento illuminato di Lessing si concentra sull’importanza del dialogo tra le diverse religioni, promuovendo la tolleranza e rifiutando il fanatismo. Lessing colloca la tolleranza e la vera umanità al centro del mondo. Sono questi i valori che Gloria Bruni enfatizza nella sua trattazione musicale del soggetto: l’essere umano, con i suoi sentimenti, la sua fede, le sue speranze è sempre al centro del suo universo. “Ringparabel” è stata eseguita ad Amburgo, alla Laeiszhalle ed al Thalia Theater per il Premio Lessing, così come al Lütfi Kirdar Anadolu Auditorium di Istanbul, in Turchia.

A Minsk, in Bielorussia, l’Orchestra Sinfonica ed il Coro della Radio Nazionale della Bielorussia ha dato vita al CD pubblicato in questi giorni. L’orchestra, fondata nel 1958, ha collaborato con direttori e solisti di fama mondiale e ha partecipato a tournée in molti Paesi. Il coro è stato fondato nel 1931 a Minsk e da allora, ha dimostrato la sua varietà e varietà stilistica in innumerevoli registrazioni e concerti. La sinfonia Ringparabel potrà presto essere ascoltata dal vivo, a Venezia e a Vicenza al Teatro Olimpico, nel 2021 con un’orchestra di 45 elementi, un coro polifonico e due solisti. Sarà un’occasione per partecipare ad una nuova prima assoluta di Gloria Bruni, dopo i molti successi da lei raccolti su varie prestigiose scene italiane, tra le quali il Teatro San Carlo di Napoli e il Regio di Parma e dopo la commovente esecuzione in Vaticano del suo “Requiem a Roma”, davanti a Papa Giovanni Paolo II nel 2000. “Questo nuovo CD è per me e per gli artisti che hanno lavorato con me a Minsk un nuovo traguardo, molto significativo – ha affermato Gloria Bruni -. Spero che questa sinfonia possa dare un sostegno ed un contributo spirituale al pubblico, così tormentato in questo particolare momento. La musica porta con sé sempre messaggi positivi. In questi giorni sto scrivendo una nuova opera, “Creazione”, insieme al celebre designer Peter Schmidt, autore della originale copertina del CD Ringparabel. Spero possa essere di buon auspicio per un nuovo inizio dopo le difficili vicissitudini del presente”.

Per informazioni: 3496209712 – info@vicenzainlirica.itvicenzainlirica.it

Gloria Bruni, compositrice e cantante, è nata a Oschersleben / Bode in Harz. Ha studiato a Monaco, poi a Milano. Come cantante, si è esibita al Festival Puccini di Torre del Lago e al Teatro alla Scala di Milano, con i Mozart Players di Londra al Dresden Semper Opera House e al Leipzig Gewandhaus. La musica in tutte le sue espressioni diventa per Gloria Bruni un linguaggio universale. Come compositrice ha esplorato formati musicali molto diversi, sviluppando i suoi temi più sentiti, quello della musica religiosa e dell’infanzia. Ha composto il “Requiem a Roma” per coro, solisti e orchestra, eseguito a Roma per Papa Giovanni Paolo II nel novembre 2000; il musical “The Thorn Birds”, che ha debuttato ad Amburgo nel 2008 ed ha successivamente avuto due importanti produzioni italiane al Teatro San Carlo di Napoli (2013) ed al Teatro Regio di Parma (2015) e la “Sinfonia n. 1 – Ringparabel ” per coro e orchestra, che ha poi debuttato anche come balletto all’aperto davanti al Tempio di Hera a Selinunte, in Sicilia.