Le vetrine del centro si vestono in lirica

Intanto prevendite in corso online nel circuito ViVaTicket.it

“VICENZA IN LIRICA”: COME CORNICE DEL FESTIVAL
TRA VETRINE A TEMA, PIATTI, COCKTAIL E GELATI LIRICI
I NEGOZIANTI DEL CENTRO FARANNO “CANTARE” LA CITTÀ
PER GLI EVENTI-APERITIVO, SEGNALAZIONI ENTRO IL 19

Ci sono perfino piatti, cocktail e gelati ai gusti lirici tra le fantasiose invenzioni che i commercianti vicentini stanno elaborando in risposta all’invito di “Vicenza in Lirica”, il festival la cui attesa sesta edizione si svolgerà dal 26 agosto al 16 settembre, fra grandi nomi, giovani talenti e con una prima mondiale (quella del “Polidoro” di Antonio Lotti del 1714) tra gli eventi di punta del cartellone.
D’altra parte, la proposta degli organizzatori della rassegna musicale è di quelle in grado di stuzzicare davvero la fantasia e la creatività, come spiega il direttore artistico Andrea Castello, felicissimo della vivace risposta in atto da parte dei negozianti vicentini, con un’adesione che cresce ogni giorno : «L’obiettivo che ci siamo prefissati – commenta – è quello di fare di Vicenza un magnifico scenario diffuso per il festival: dove in ogni angolo, per tre settimane, si respiri l’atmosfera unica, elegante e ricca di fascino della grande lirica, in un continuum d’atmosfera tra i palcoscenici e le strade del centro. Ai commercianti – continua Castello – abbiamo lanciato due proposte: partecipare all’operazione “Le Vetrine Vestono Lirica”, dedicando a questo tema le vetrine dei propri negozi (e noi siamo a loro completa disposizione per consigli, suggerimenti e informazioni in materia); oppure creare qualche evento in orario aperitivo (diciamo dalle 18 alle 19) in omaggio alla lirica e al Festival, come singolo negozio o come gruppi di esercizi: si può trattare di appuntamenti musicali, animazioni, conversazioni… liberi di spaziare con la fantasia e per tutti, anche in questo caso, siamo a disposizione per consigli ed, eventualmente, segnalazione di musicisti, cantanti, servizi di noleggio di strumenti o costumi teatrali (al riguardo, ad esempio, da anni collaboriamo con la Sartoria Sattin, specializzata nel settore). L’importante è che gli eventi-aperitivo ci vengano segnalati entro il 19 agosto, così da consentirci di stampare e diffondere l’apposito depliant che dedicheremo a questo “cartellone parallelo” al Festival».
Il coinvolgimento attivo della città è uno dei punti fermi di “Vicenza in Lirica”: «Crediamo che un’iniziativa artistica – prosegue Castello – non debba mai essere una cattedrale nel deserto, ma fondersi profondamente con il luogo e la comunità in cui si inserisce. Con lo stesso spirito stiamo cercando le ultime sistemazioni per i giovani cantanti che parteciperanno al Festival presso famiglie disposte a vivere questa piacevole e originale esperienza; e sempre per loro stiamo raccogliendo le sette borse di studio da 400 euro ciascuna (detraibili fiscalmente) che ancora ci mancano per sostenerli in questa esperienza artistica e professionale per loro estremamente preziosa. Per chi volesse darci una mano, basta una telefonata».
Il festival è organizzato dall’associazione Concetto Armonico in collaborazione con il Comune di Vicenza e le Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, con il patrocinio di Mibac, Regione del Veneto e Archivio storico Tullio Serafin e con Il Giornale di Vicenza, Classica HD e 7 Gold come media partner. Prevendite online su VivaTicket.it. Biglietteria dell’Olimpico: dal 21 agosto al 7 settembre, dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 17.30 (chiuso il lunedì).

Commenti chiusi