Sabato 31 agosto al Teatro Olimpico apertura nel segno di Gioachino Rossini

Settima edizione per il cartellone in programma fino al 15 settembre, con grandi nomi della lirica internazionale e giovani talenti. In programma opere, concerti, serate speciali, recital, master class, conferenze e workshop.

Vicenza in Lirica” 2019: sabato 31 agosto al Teatro Olimpico
apertura nel segno di Gioachino Rossini
con la “Petite Messe Solennelle” diretta da Michele Campanella
Sul palco anche Barbara Frittoli e Sara Mingardo

Sarà la Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini ad aprire sabato 31 agosto alle 21, al Teatro Olimpico, la settima edizione di Vicenza in Lirica, il festival che fino al 15 settembre porterà nella città del Palladio concerti, opere ed eventi legati alla musica e al canto. A dirigere la composizione saràMichele Campanella, anche concertatore e al primo pianoforte. Di assoluto rilievo il cast, composto dal soprano Barbara Frittoli e dal contralto Sara Mingardo, voci di spicco del panorama lirico internazionale e mai ascoltate insieme al Teatro Olimpico, dal tenore Alfonso Zambuto, dal basso Davide Giangregorio, più volte ospite del Festival, da Monica Leone al secondo pianoforte, da Silvio Celeghin all’harmonium e dal coro Schola San Rocco di Vicenza diretto da Francesco Erle, realtà ben nota per l’alto livello della sua proposta musicale.

Eseguita per la prima volta il 13 marzo 1864 in un palazzo nobiliare di Parigi, di fronte ad un pubblico selezionato, la Petite Messe Solennelle rappresentò un capitolo speciale nella produzione di Rossini, come rivela egli stesso nell’autografo della partitura, scrivendo: “Buon Dio, eccola terminata questa umile piccola Messa. È musica benedetta quella che ho appena fatto, o è solo della benedetta musica? Ero nato per l’opera buffa, lo sai bene! Poca scienza, un poco di cuore, tutto qua. Sii dunque benedetto e concedimi il Paradiso”.

Di questa composizione articolata, sacra per contenuto ma non pensata con finalità liturgiche, Michele Campanella parlerà con il critico musicale Cesare Galla nella mattinata di sabato 31 agosto, alle 11.30, alla Libreria Galla 1880 di Vicenza, in occasione della presentazione del suo libro Suono. Pensieri e divagazioni di un musicista fuori dal coro (edito da Castelvecchi). L’appuntamento, a ingresso libero, rientra nel programma di eventi “on the road” del festival, disponibile nel sito www.vicenzainlirica. it.

Sul versante dei concerti e delle opere, il festival si muoverà fra il Teatro Olimpico e le Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, sede museale di Intesa Sanpaolo a Vicenza.

Sulla scena palladiana, grande attesa per il debutto della produzione 2019 del festival, giovedì 5 e domenica 8 settembre alle 21: la frizzante opera buffa La diavolessa, nella quale la fantasia musicale di Baldassare Galuppi incontra la sapienza teatrale di Carlo Goldoni, insieme a creare un affresco del Settecento più brioso e vivace, fra tentazioni d’amore e burle ai danni di vecchi bramosi di tesori. Direzione musicale di Francesco Erle, che con Franco Rossi ha curato anche la revisione dell’opera, e regia di Bepi Morassi, con i costumi di Carlos Tieppo, responsabile dell’Atelier del Teatro La Fenice di Venezia, che patrocina il festival.

Sempre all’Olimpico, Vicenza in Lirica proseguirà venerdì 13 e sabato 14 settembre alle 20.30 con la produzione giovanile L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, con la direzione musicale di Sergio Gasparella e la mise en espace di Piergiorgio Piccoli (lo spettacolo andrà in scena anche il 19 e il 20 ottobre al Comunale di Thiene, grazie al supporto dell’assessorato alla Cultura del Comune di Thiene). Infine, l’Olimpico ospiterà un altro grande protagonista della lirica internazionale: il basso Ferruccio Furlanetto, atteso domenica 15 settembre, per la chiusura del festival, con il suo recital per i 45 anni di carriera.

Due appuntamenti, invece, alle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari: domenica 1 settembre alle 11 con il concerto di chiusura della master classcondotta dal mezzosoprano Monica Bacelli; e domenica 8 settembre, alle 17, con l’intermezzo Bacocco e Serpilla di Giuseppe Maria Orlandini, con i cantanti Michele Perrella e Antonella Carpenito e l’ensemble Cenacolo Musicale, diretto e concertato da Donatella Busetto, con la mise en espace di Cesare Scarton. Questo evento è realizzato in collaborazione con l’associazione Barocco Europeo di Sacile (Pordenone).

Il festival Vicenza in Lirica, con la direzione artistica di Andrea Castello, è promosso da Concetto Armonico in collaborazione con Comune di Vicenza e Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari. È patrocinato da Mibac, Regione del Veneto, Fondazione Teatro La Fenice di Venezia e Archivio storico Tullio Serafin, con l’appoggio di sponsor e partner, il sostegno della Fondazione Cariverona e la speciale collaborazione di Italian Exhibition Group Spa, in occasione di VicenzaOro.

Biglietti in vendita online su www.vicenzainlirica.it e www.vivaticket.it, oltre che alla biglietteria dell’Olimpico, aperta tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 17.30, escluso il lunedì.

I commenti sono chiusi.